In seguito all’ennesimo controllo, appurato il mancato rispetto dei decreti della Questura, sono state sequestrate decine di macchine per le scommesse virtuali in una sala giochi di Padova e denunciati i due titolari.

Giovedì mattina sono stati sottoposti a sequestro preventivo alcuni computer e 22 macchine per le scommesse online. Pesanti le accuse per i due gestori: raccolta abusiva di scommesse e insolvenza di decreto del questore. Da mesi infatti nel locale si continuava a scommettere senza autorizzazione.

L’attività era già stata chiusa per analoghi motivi a fine 2014. La sala giochi è tornata poi all’attenzione degli agenti il 5 luglio scorso, quando nel locale privo di licenze la squadra amministrativa ha scoperto 18 clienti e numerose macchinette per le puntate online. Il questore aveva quindo imposto la cessazione di tale attività, notificata l’11 ottobre. Indicazione prontamente ignorata dai gestori che hanno continuato a raccogliere scommesse.

Commenta su Facebook