Sono 5 le segnalazioni di scommesse anomale per la stagione sportiva in corso giunte sino ad oggi al Gruppo investigativo scommesse sportive (GISS), organismo istituito presso la direzione centrale della Polizia Criminale e composto da rappresentanti di Forze di polizia e DIA con l’obiettivo di approfondire le segnalazioni e dare impulso alle attività investigative.

Le segnalazioni hanno riguardato eventi disputati all’estero (1 per il calcio, 3 per il tennis e 1 per il tennis tavolo). Mentre nel corso della scorsa stagione sportiva (2020-2021), il GISS ha ricevuto 26 segnalazioni (di cui 18 hanno riguardato eventi disputati all’estero). In particolare, 12 hanno riguardato il calcio (7 calcio estero, 4 campionato Lega Pro e 1 campionato Primavera).

I dati sul fenomeno sono disponibili nel dossier, elaborato dal Servizio Analisi Criminale, pubblicato sul sito del Viminale.

Leggi il report

Il Gruppo, coordinato dal direttore del Servizio Analisi Criminale, ha compiti di impulso e raccordo delle attività di contrasto dei tentativi di infiltrazione nel mondo sportivo anche della criminalità organizzata.

Il GISS si avvale delle informazioni raccolte dall’Unità informativa scommesse sportive (UISS) istituita presso il dipartimento della Pubblica Sicurezza al fine di garantire la regolarità dello svolgimento delle manifestazioni sportive e ippiche e contrastare i tentativi di infiltrazione della criminalità. L’organismo è presieduto dal vice direttore generale della Pubblica Sicurezza-direttore centrale della Polizia Criminale ed è composto dai rappresentanti dei comandi generali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza nonché da rappresentanti della Polizia di Stato, dell’Ufficio dello Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dell’Agenzia delle Dogane e del mondo dello sport (Coni, Figc). I compiti dell’UISS sono: analizzare le notizie pervenute dagli organismi preposti all’organizzazione, alla gestione e alle attività di controllo (comprese quelle concernenti la prevenzione di episodi di violenza) delle manifestazioni sportive, oltre a proporre strategie di prevenzione e contrasto e favorire le iniziative finalizzate all’incremento della cooperazione internazionale di polizia nel settore.

Il monitoraggio in tempo reale dei dati di gioco e l’implementazione di sofisticati strumenti tecnologici di controllo, in grado di effettuare verifiche lungo il ciclo di vita di ogni scommessa, hanno consentito, negli ultimi anni, di contrastare sempre più efficacemente il fenomeno del match fixing.

Un impegno di etica e responsabilità per tutelare i valori dello sport.