La Tennis Integrity Unit, attraverso un comunicato pubblicato sul proprio sito ufficiale, ha comunicato la squalifica per sette mesi del tennista britannico George Kennedy, senza ranking ATP né in singolare né in doppio, colpevole di aver scommesso su diverse partite di tennis da un account online a suo nome anche per conto di un’altra persona. Al giocatore, che non disputa un torneo professionistico dal luglio 2018 (perse al secondo turno delle qualificazioni in un torneo Futures a Vogau, in Austria), è stata anche comminata una multa di $10.000. I sette mesi di squalifica hanno effetto a partire dal 1° dicembre 2020, il che significa che Kennedy potrebbe tornare a giocare solamente nel luglio del 2021.

Il tennista spagnolo Enrique López Pérez è stato invece bandito per otto anni dopo che un’indagine della Tennis Integrity Unit (TIU) ha scoperto che nel 2017 aveva preso parte a tre diversi casi di partite truccate. Enrique López Pérez ha violato le regole del Programma anti-corruzione di tennis (TACP) tre volte nei tornei nel 2017, con altre due accuse non dimostrate. La successiva sanzione significa che da oggi, 1 dicembre 2020, al giocatore è vietato giocare o partecipare a qualsiasi evento di tennis autorizzato o sanzionato dagli organi di governo del tennis per otto anni. Il signor López Pérez, il cui punteggio ATP nel singolo più alto è stato 154 (13/08/2018) e il punteggio ATP nel doppio più alto 135 (22/04/2019), era stato temporaneamente sospeso il 19 dicembre 2019 prima dell’udienza.

Il tennista ucraino Stanislav Poplavskyy è stato infine bandito a vita dallo sport dopo che un’indagine della Tennis Integrity Unit (TIU) ha scoperto che aveva preso parte a partite truccate e attività di manipolazione dei risultati in più occasioni tra il 2015 e il 2019. Il signor Poplavskyy, il cui punteggio ATP più alto è stato 440, è stato anche accusato e ritenuto colpevole di aver facilitato la manipolazione e di non aver segnalato più approcci che gli chiedevano di escogitare incontri. Il “courtsiding” è una pratica vietata che implica la trasmissione di dati di punteggio in tempo reale da una partita a una terza parte per scopi di scommesse. Il signor Poplavskyy ha accettato tutte le accuse e il consigliere-auditore anticorruzione Richard McLaren ha emesso un divieto a vita e una multa di $ 10.000, il che significa che dal 1° dicembre 2020 al giocatore è permanentemente vietato giocare o partecipare a qualsiasi evento di tennis autorizzato dagli organi di governo del tennis.