L’International Tennis Integrity Agency (ITIA) ha confermato oggi che due tenniste nigeriane, Abiodun Oyegoke e Bukola Popoola sono state bandite a vita dallo sport, a seguito di un’indagine sulle partite truccate in un torneo nel 2019. Il caso è stato giudicato dal consigliere-auditore anti-corruzione Charles Hollander QC e le sanzioni significano che a entrambe è permanentemente vietato giocare o partecipare a qualsiasi evento di tennis autorizzato o riconosciuto dagli organi di governo del tennis.

La sig.ra Oyegoke, con un punteggio di singolo ITF massimo di 986 e la sig.ra Popoola che non era classificata come giocatrice, ma era presente al torneo come presunto allenatore, sono state entrambe giudicate colpevoli di due violazioni delle regole del programma anticorruzione del tennis 2019:

D.1.e. “Nessuna persona dovrà, direttamente o indirettamente, sollecitare, facilitare o cospirare per sollecitare o agevolare alcun giocatore a non usare i suoi migliori sforzi in qualsiasi evento”.

D.1.k. “Nessuna persona dovrà, direttamente o indirettamente, sollecitare, facilitare o cospirare per sollecitare o facilitare qualsiasi altra persona a escogitare, tentare di escogitare o cospirare per escogitare il risultato o qualsiasi altro aspetto di qualsiasi evento”.

Inoltre, la sig.ra Popoola è stata dichiarata colpevole di:

D.1.c: “Nessuna persona dovrà, direttamente o indirettamente, sollecitare, accettare o cospirare per sollecitare o accettare denaro, vantaggio o corrispettivo per la fornitura di un accreditamento a un evento (i) allo scopo di facilitare un commissione di un reato di corruzione; o (ii) che porta, direttamente o indirettamente, alla commissione di un reato di corruzione”.

L’International Tennis Integrity Agency è un ente indipendente istituito dagli International Governing Bodies of Tennis per promuovere, incoraggiare, migliorare e salvaguardare l’integrità del tennis professionistico in tutto il mondo.