L’International Tennis Integrity Agency (ITIA) ha confermato oggi che il tennista messicano e ora allenatore, Mauricio Astorga, è stato squalificato per tre anni. Il giocatore ha violato diverse regole del Tennis Anti-Corruption Program (TACP).

Il caso è stato giudicato dall’uditore indipendente anti-corruzione Janie Soublière e la sanzione significa che ad Astorga è vietato giocare o partecipare a qualsiasi evento di tennis autorizzato o riconosciuto da qualsiasi organo di governo internazionale del tennis o associazione nazionale per tre anni. Oltre al divieto, il giocatore è stato multato di 1.500 dollari.

La Soublière ha scoperto che il giocatore era colpevole di aver ricevuto denaro per ‘aggiustare’ una partita nel 2015, non ha segnalato un approccio corrotto e non ha collaborato alle indagini. Il giocatore ha scelto di non contestare le accuse e quindi la sanzione è stata emessa senza udienza.

Astorga, che nella classifica ITF del singolo ha raggiunto in carriera la posizione 687, ha violato le seguenti regole TACP:

Sezione D.1.d del TACP 2015: nessun interessato potrà, direttamente o indirettamente, escogitare o tentare di escogitare l’esito o qualsiasi altro aspetto di un evento.

Sezione D.1.f del TACP 2016: nessuna persona interessata dovrà, direttamente o indirettamente, sollecitare o accettare denaro, beneficio o corrispettivo con l’intenzione di influenzare negativamente i migliori sforzi di un giocatore in qualsiasi evento.

Sezione D.2.ai del TACP 2015: nel caso in cui un giocatore venga avvicinato da una persona che offre o fornisce qualsiasi tipo di denaro, vantaggio o corrispettivo per (i) influenzare l’esito o qualsiasi altro aspetto di qualsiasi evento, o (ii) venga avvicinato per ottenere informazioni privilegiate, sarà obbligato a segnalare tale incidente alla TIU [ora ITIA] il prima possibile.

Sezione F.2.b del TACP 2021: tutte le persone interessate devono cooperare pienamente con le indagini condotte dall’ITIA, inclusa la testimonianza alle udienze, se richiesta. Anche nel caso in cui un interessato sia rappresentato da un consulente legale, sarà comunque personalmente responsabile di assicurare la propria piena collaborazione con l’indagine. Si riterrà che l’interessato non abbia collaborato se il suo consulente legale interferisce con un’indagine ITIA. Il mancato rispetto da parte della persona interessata di qualsiasi richiesta, della conservazione delle prove relative a qualsiasi reato di corruzione o della piena collaborazione con le indagini condotte dall’ITIA, può comportare un’inferenza di fatto sfavorevole nei confronti della persona interessata in qualsiasi questione deferita a un AHO.

La sospensione del giocatore è iniziata alla data della sua sospensione provvisoria dell’8 ottobre 2021 e terminerà il 7 ottobre 2024. Ha 20 giorni lavorativi dalla data della decisione per presentare ricorso alla Corte Arbitrale dello Sport.

L’ITIA è un organismo indipendente istituito dagli organi di governo internazionali del tennis per promuovere, incoraggiare, migliorare e salvaguardare l’integrità del tennis professionistico in tutto il mondo.