Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – La polizia ha passato al setaccio lo scorso sabato alcune attività di Bagheria (PA) per effettuare verifiche amministrative nell’ambito dei servizi di prevenzione e controllo con l’obiettivo di contrastare gli illeciti. Al titolare di un esercizio è stata elevata una sanzione di oltre 6 mila euro per aver messo a disposizione dei clienti due pc (poi sequestrati) per consentire loro di scommettere online.

Stessa sanzione da 6.666 euro per il gestore di un centro scommesse all’interno del quale è stata accertata la presenza di due minorenni. Contestata quindi la violazione dell’articolo 24 del decreto legge 98/2011 convertito poi nella legge 111/2011. L’intervento degli agenti del commissariato Bagheria, con l’ausilio dei colleghi del Reparto prevenzione crimine e del personale di Aams, arriva a pochi giorni dalle operazioni condotte a Palermo dove sono stati scovati centri scommesse abusivi e slot machine non collegate alla rete dell’Agenzia delle dogane e dei Monopoli di stato.

Commenta su Facebook