Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Nell’ambito dei servizi finalizzati al contrasto del gioco illegale, personale della Polizia di Stato appartenente alla Squadra Amministrativa del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Battipaglia (SA), diretto dal Vice Questore Aggiunto Immacolata Acconcia, nella giornata di ieri effettuava un controllo in una sala scommesse del centro cittadino.

All’esito del controllo venivano denunciati all’Autorità Giudiziaria il titolare, ventiduenne residente a Campagna, ed una giovane battipagliese dipendente del centro scommesse.

I poliziotti hanno accertato che l’esercizio commerciale, pur disponendo di apparecchi regolari per l’accettazione delle scommesse, non avrebbe potuto accettarle perché la relativa licenza di pubblica sicurezza non era mai stata rilasciata. Il titolare si è difeso dicendo di aver inoltrato la richiesta di licenza, ma di non avere ricevuto ancora risposta.

I due giovani sono stati denunciati per essersi resi responsabili del reato di esercizio abusivo di attività di scommessa, per aver posto in essere l’attività di ricezione scommesse pur in mancanza della licenza di Pubblica Sicurezza prevista dall’art. 88 del T.U.L.P.S.

Commenta su Facebook