“L’autorizzazione è stata data dalla Questura – come da legge -. Da parte nostra non possiamo fare altro che controllare che vengano rispettate le distanze dai luoghi sensibili (per i Comuni sotto i 5.000 abitanti è prevista una distanza di 300 metri calpestabili da scuole, chiese, oratori, sportelli bancomat, ospedali che è di 500 metri per i Comuni con più di 10 mila abitanti) come previsto da una legge regionale. Dalle rilevazioni è tutto in regola, quindi non possiamo che adeguarci”.

E’ quanto dichiarato dal sindaco di Sant’Albano Stura (CN), Giorgio Bozzano in merito all’apertura di una sala giochi alle porte del paese.