“Gli assuntori meno giovani rappresentano una categoria in crescita. In questo caso spesso il consumo di droga si associa ad altri fenomeni, come il gioco d’azzardo: il 60% dei cocainomani, ad esempio, è ludopatico”. Lo ha detto Don Chino Pezzoli,…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati

Articolo precedenteGazzetta Ufficiale: pubblicate modifiche a legge regionale giochi Valle d’Aosta. Implementati i luoghi sensibili e stabilite le fasce orarie per le sale
Articolo successivoMarche, in consiglio regionale il piano di contrasto al gioco d’azzardo patologico