Print Friendly

(Jamma) – Prosegue a Rovigo la guerra al gioco d’azzardo. Pochi giorni fa il Tar ha dato ragione al Comune nel contenzioso presentato da una società che voleva aprire una sala vlt tra viale Tre martiri e la rotatoria Stoppa, inoltre sono aumentati negli ultimi giorni i controlli della polizia locale nei confronti dei locali che ospitano slot.

Tanto che sono fioccate le multe e in alcuni casi è stata appurata anche la recidiva, con conseguenti sigilli. Altri quattro provvedimenti di chiusura, inoltre, sono in arrivo in questi giorni nei confronti di altrettanti locali sorpresi dai vigili urbani per la seconda volta fuori regola, in quanto permettevano il gioco alle slot al di fuori dagli orari consentiti dall’ordinanza del Comune.

Il sindaco Massimo Bergamin precisa che “sono oltre 50 le multe comminate ai gestori che non hanno rispettato i limiti. In tutto i controlli della polizia locale, dal momento della vittoria al Tar contro il ricorso di chi voleva che si potesse giocare alle slot senza alcuna restrizione di orario, son stati circa 150. Si tratta di operazioni che la polizia locale effettua anche in collaborazione con la questura”.

Commenta su Facebook