slot

Nell’ambito dell’operazione “Periferie Sicure” la polizia di Stato ha condotto verifiche in strutture ricettive, locali e sale giochi del territorio di Rovigo, Rosolina, Porto Tolle, Porto Viro, Adria, Lendinara, Badia Polesine e Occhiobello.

In particolare in un bar la titolare è stata denunciata perché, secondo le contestazioni, sarebbe risultata mancante la tabella dei giochi proibiti. Guai anche per due cittadini cinesi, titolari di una sala giochi, perché una slot machine avrebbe ostruito l’uscita di sicurezza, inoltre bloccata anche da un lucchetto.

L’attività dei carabinieri si è invece concentrata su servizi preventivi e di controllo del territorio, con il controllo di 216 veicoli e 33 sale slot.

Per la polizia locale importante soprattutto la vigilanza sul fronte delle sale slot: quattro le sanzioni amministrative elevate per la violazione dell’ordinanza del sindaco, che limita le fasce orarie nelle quali è possibile giocare.

Commenta su Facebook