A Varapodio, in provincia di Reggio Calabria, i Carabinieri hanno dato esecuzione alla sospensione dell’attività commerciale di un esercizio pubblico in ordine a inottemperanze riscontrate dell’art. 100 del Testo Unico sulle Leggi di Pubblica Sicurezza, con la conseguente chiusura dell’esercizio pubblico per la durata di 15 giorni.

In particolare, il provvedimento è scaturito ad esito di un’attenta e scrupolosa attività di monitoraggio posta in essere dai militari dell’Arma, che ha permesso di documentare come il bar in questione fosse risultato essere luogo di ritrovo abituale di soggetti pregiudicati e comunque di avventori gravati da innumerevoli precedenti penali e di polizia.

Le circostanze appurate, hanno permesso di accertare come l’esercizio commerciale costituisse un pericolo per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini, determinando la sospensione della somministrazione di alimenti e bevande, nonché di tutte le attività connesse, in particolar modo del gioco di azzardo.

L’attività s’inquadra nell’attenta e capillare opera di controllo e vigilanza posta in essere dai Carabinieri del Gruppo di Gioia Tauro che, solo nel mese di febbraio, ha permesso di riscontrare episodi analoghi: tre sono stati i provvedimenti sospensivi eseguiti verso bar e una sala giochi sul territorio di Oppido Mamertina e Rizziconi.