Controlli del territorio in provincia di Cuneo, a cavallo tra il mese di gennaio e il mese di febbraio, da parte della Polizia di Stato, impegnata in cinque servizi cui hanno partecipato pattuglie della Mobile, del reparto di prevenzione crimine, della Polizia amministrativa e della Divisione anticrimine. Sono intervenute anche le unità cinofile.

In particolare sono state svolte verifiche in 7 locali, tra bar e sale scommesse. A Fossano è stata revocata al gestore di una sala scommesse, un cittadino cinese, la licenza per installazione di videolottery e raccolta scommesse, in quanto, in un cambio di gestione, non era stato comunicato il nuovo titolare della licenza stessa, che è personale e nominale.

Stessa cosa a Mondovì, in una sala scommesse. Anche qui le persone coinvolte sono di nazionalità cinese. “E’ in corso – ha spiegato il Questore Emanuele Ricifari – una massiccia campagna di controllo di questi esercizi. L’intento è quello di punire l’illegalità, per salvaguardare chi opera nel pieno rispetto della legge”.