Il Ministero delle finanze scende in campo per difendere, con forza, la legge sul gioco d’azzardo dopo gli attacchi dei giorni scorsi perfino dagli alleati di Governo.

Jiří Dolejš, membro della commissione parlamentare per il bilancio a nome del gruppo parlamentare KSČM nei giorni scorsi ha criticato il ministero delle Fianze sostenendo che la legge che introduce aumenti alla tassazione sulle slot ignora i gravi rischi del gioco d’azzardo online.

“Al contrario, nel 2016 il Ministero delle finanze ha applicato il rivoluzionario Gambling Act, che ha stabilito regole assolutamente chiare per il settore del gioco d’azzardo online. Si ricorda che questo quadro giuridico globale per il gioco d’azzardo ha posto rimedio alle condizioni completamente insoddisfacenti precedentemente esistenti in questo settore, poiché la legislazione sul gioco d’azzardo del 1990 è ormai totalmente inadeguata, in particolare a causa dello sviluppo di Internet. Oltre alla registrazione obbligatoria di tutti i giocatori di gioco d’azzardo online, questa legge ha anche introdotto importanti misure per proteggerli e abbiamo ridotto significativamente il mercato nero. Nel primo mese della nuova legge sul gioco d’azzardo, il 90% del gioco d’azzardo online illegale è scomparso dal mercato ceco”, ha detto il ministro delle Finanze Alena Schillerová.

“Oltre a una forte riduzione del gioco d’azzardo illegale e l’introduzione di una serie di misure protettive (non solo su Internet) contro la dipendenza, abbiamo lanciato la prima parte del sistema informativo delle operazioni di gioco d’azzardo all’inizio di giugno di quest’anno come un altro passo verso una regolamentazione del gioco d’azzardo completa, moderna e funzionale. L’ultimo passo sarà l’introduzione di un sistema di esclusione per i giocatori che il Ministero delle finanze vuole lanciare a metà del prossimo anno. Grazie a questo sarà possibile escludere i beneficiari di prestazioni previsti per chi ha necessità, chi ha debiti , i giocatori d’azzardo con un ordine del tribunale o destinatari di un trattamento protettivo della dipendenza, nonché i giocatori patologici che presentano domanda di iscrizione.

Pertanto, consideriamo la questione sollevata, secondo cui il pacchetto fiscale del 2019 non affronta in alcun modo il gioco d’azzardo online come un fraintendimento delle finalità del Tax Act, che, inoltre, trascura completamente le attivitàdel dipartimento finanziario in questo settore”, ha concluso il Ministro.