Coltello alla mano hanno rapinato una sala scommesse, fuggendo con circa 3mila euro, ma un avventore li ha inseguiti per strada finché non è arrivata la polizia e li ha arrestati. L’accaduto nella serata di sabato 18 dicembre in un’agenzia di Milano.

A finire in manette, con l’accusa di rapina aggravata in concorso, un uomo e una donna, entrambi italiani, di 48 e 49 anni. Poco prima lui, un pregiudicato, era entrato nella sala scommesse e con un coltello aveva minacciato la titolare, una 48enne cinese, facendosi consegnare l’incasso.

Un giocatore che ha assistito alla scena, però, ha inseguito il malvivente per strada e intanto ha chiamato il 112. La volante della polizia di Stato, così, ha individuato e bloccato l’uomo, recuperando circa 400 euro di refurtiva e il coltetto usato per commettere il reato. Presto è stato appurato che l’uomo aveva una complice, la quale era stata messa in fuga dall’avventore che si era rivolto al numero d’emergenza.

La donna è stata rintracciata e arrestata nella sua abitazione, dove è stato anche trovato il resto del bottino, pari a circa 2500 euro.

Lo riporta milanotoday.it.