All’alba di sabato 2 ottobre la Squadra Mobile di Sondrio ha dato esecuzione a due misure cautelari di arresti in carcere a carico dei presunti autori della rapina a mano armata commessa in città lo scorso 15 settembre ai danni di una sala scommesse.

Il bottino fu di circa duemila euro. Il provvedimento restrittivo ha colpito due giovani residenti in Valtellina, uno di origine straniera e l’altro no, entrambi senza precedenti penali e molto giovani ma maggiorenni. Lo riporta ilgiorno.it.