Tre uomini sono stati arrestati dalla Polizia con l’accusa di essere gli esecutori materiali e l’organizzatore di una rapina ad un’agenzia di scommesse, avvenuta a Potenza nella notte fra il 3 e il 4 agosto scorso e che fruttò un bottino di circa 12 mila euro.

Gli agenti hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Potenza, su richiesta della Procura della Repubblica: gli arrestati sono i due presunti rapinatori e il presunto organizzatore del colpo. Quella notte due rapinatori, con il viso coperto e armati di una pistola, si fecero consegnare il denaro dall’impiegato presente nell’agenzia e si allontanarono nelle strade vicine, facendo perdere le tracce.

Gli investigatori hanno ricostruito “sia le fasi precedenti che successive” alla rapina, raccogliendo “elementi indiziari gravi a carico degli indagati”. E’ quanto riporta l’Ansa.