Avrebbe atteso il titolare di una sala giochi situata a Mondovì (CN) per derubarlo dell’incasso giornaliero. Un bottino di 500 euro in banconote, quello che l’esercente ha denunciato ai carabinieri indicando anche il probabile responsabile del crimine commesso ai suoi danni. Si tratta di un cittadino marocchino pluripregiudicato per reati contro il patrimonio. I fatti risalgono al febbraio dello scorso anno. Il processo è stato rinviato al 6 ottobre per ascoltare la parte offesa e per il completamento dell’istruttoria. Lo riporta cuneodice.it.

Articolo precedenteGiochi, Sapar: “Dal 28 agosto situazione occupazionale nel Lazio rischia di diventare disastrosa”
Articolo successivoPiemonte. Cane (Lega): ‘’Correggere legge su gioco d’azzardo contro il qualunquismo delle sinistre’’