Ufficialmente era un centro benessere, ma in una delle sale riservate ai massaggi in realtà si giocava d’azzardo. Lo hanno scoperto i poliziotti della squadra di polizia amministrativa della divisione Pasi della Questura che martedì ha effettuato un controllo nel centro gestito da cinesi nella zona sud della città di Prato.

All’interno del centro benessere i poliziotti hanno identificato diciannove cinesi; in una saletta quattro di essi giocavano a mahjong, con denaro contante sul tavolo. I quattro sono stati denunciati a piede libero per il reato di gioco d’azzardo; sono stati sequestrati 18.600 euro e il materiale da gioco. Peraltro al titolare sono state contestate violazioni che hanno portato a 10mila euro di sanzioni.

Commenta su Facebook