Sono state demolite le sei imbarcazioni, abbandonate nel territorio di Sciacca (AG), utilizzate per il trasporto illecito dei migranti provenienti dal nord Africa. I lavori, previsti nel contesto di un contratto attuativo stipulato tra la Direzione Regionale delle Dogane per la Sicilia e la Società Cubo Costruzioni Soc. Coop., sono stati eseguiti, sotto la continua sorveglianza di ADM, presso la banchina del molo di ponente del porto di Sciacca e negli arenili di contrada Muciare e San Marco.

Le operazioni di demolizione, che hanno interessato anche i motori fuoribordo utilizzati dai natanti e due gommoni, sono iniziate lo scorso 25 gennaio e si sono protratte fino al 7 giugno a causa delle enormi difficoltà riscontrate per il raggiungimento delle imbarcazioni abbandonate.