“Ci sarà una di quelle manifestazioni che non vengono mai pubblicizzate. Esiste il gioco legale, gli operatori manifestano perchè insieme alle scuole e ai tribunali non sono aperti. E’ un settore odiato da tutti, non dal sottoscritto, non riesco a capire perchè ci sono 160mila persone che lavorano nel gioco legale e questo non viene considerato tale. Perchè non possono riaprire?”.

Lo ha detto ieri il giornalista Nicola Porro (nella foto) durante la trasmissione “Quarta Repubblica” su Rete 4.