Nei giorni scorsi, uomini in borghese dell’Unità Speciale-Polizia Giudiziaria della Polizia locale di Pordenone, fingendosi avventori, hanno monitorato un’agenzia di scommesse del centro cittadino, dove era stato notato un via vai di ragazzi. I giovani scommettevano cifre in denaro senza che il gestore del locale chiedesse loro un documento.

Gli agenti, dopo essersi identificati, hanno accertato che tra i ragazzi c’erano sei minorenni, che sono stati sentiti dagli operatori. Per il gestore del locale si prospettano pesanti sanzioni.

L’attività di controllo che punta a difendere i più giovani dal gioco d’azzardo, continuerà costantemente da parte degli uomini del comandante Olivotto.