A Pomezia (RM) la guardia di finanza ha ispezionato numerose sale scommesse, trovando in due esercizi tre minorenni intenti a scommettere su competizioni sportive e due lavoratori in nero. I militari hanno individuato, nelle vicinanze dei due esercizi, ragazzi molto giovani in possesso delle ricevute delle scommesse effettuate. Poi l’ispezione è stata estesa anche alla verifica della posizione dei dipendenti, da cui è emersa la mancata assunzione di due di essi, nonostante fossero impiegati dal 2016.

Ai titolari delle due attività sono state contestate violazioni amministrative, con sanzioni ammontanti a oltre 12mila euro per la presenza dei minori e a circa 30mila per i lavoratori in nero, cui si aggiungerà la sospensione della licenza da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.