«Il gioco d’azzardo è una piaga sociale che colpisce non solo i giovani ma sempre più anche gli anziani».

Lo denuncia il segretario provinciale Spi Cgil, Mario Bravi, ricordando che «non a caso il fenomeno è stato denunciato recentemente in una iniziativa della Lega Spi Cgil di Todi Marsciano». «Si tratta – sottolinea Bravi – di una piaga che provoca sempre più emarginazione e impoverimento. Per questo il fenomeno va contrastato con forza e non sottovalutato. Tra l’altro si tratta di una situazione pericolosa che si espande parallelamente all’approfondirsi della crisi economica e sociale. Bisogna incentivare e potenziare tutti quegli strumenti di prevenzione che sono necessari, per contrastare un fenomeno che concorre a indebolire la coesione sociale dei nostri territori».