C’è il “controllo di Cosa nostra sui traffici di stupefacenti, che restano la principale fonte di reddito della criminalità organizzata, seguita da estorsioni e scommesse online”. Lo ha detto il procuratore aggiunto di Palermo, Salvatore De Luca.