tar tribunale
Print Friendly, PDF & Email

Il Gup di Messina ha condannato con rito abbreviato 19 persone e ne ha assolte due nell’inchiesta “Beta”, eseguita nel luglio del 2017 dai Ros di Messina. L’indagine riguarda gli affari portati avanti nella citta’ dello Stretto dal clan catanese Santapaola nel gioco d’azzardo e nell’edilizia.

I condannati sono accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione, intestazione fittizia di beni, reimpiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, frodi informatiche, gioco d’azzardo illegale, trasferimento fraudolento di beni, corse clandestine di cavalli. La cellula del clan sarebbe stata in grado di avvalersi di professionisti, imprenditori, titolari di società, funzionari pubblici per gestire interessi illeciti.

Tra qualche giorno inizierà il processo per gli altri 25 imputati che hanno optato per il rito ordinario.

Commenta su Facebook