Secondo Movimprese nel 2021 le attività imprenditoriali hanno fatto registrare 332.596 nuove iscrizioni (il 14% in più rispetto all’anno precedente), ma il rimbalzo della natalità non ha coinciso con un pieno recupero del dato pre-pandemia.

In Italia le imprese che offrono scommesse e gioco pubblico come attività primaria a fine anno sono risultate essere 8.201, di cui 7.232 attive. Nell’ultimo trimestre sono state registrate 18 nuove iscrizioni a fronte di 133 cessazioni.

Nel dettaglio a fine 2021 il Piemonte ha contato 384 imprese attive, mentre 14 hanno cessato la loro attività nel corso dell’anno. In Valle d’Aosta ne sono rimaste solo 4 mentre sono 876 quelle contate come attive in Lombardia (contro le 1.026 registrate). La Campania ne ha contate 1.588 attive e 1.756 registrate alla Camera di Commercio.

La Puglia ne ha contate 675 registrate e 592 attive.

In Emilia Romagna le Camere di Commercio hanno contato 313 imprese registrate e 260 attive.

Nel Lazio sono state contate 957 imprese registrate, di cui 844 attive, con un bilancio complessivo di 32 cessazioni.