Altri due colpi alla ‘ndrangheta. Tre milioni di euro di beni sequestrati ad un boss di Pioltello (Milano) e altri tre milioni confiscati tra la Liguria e la Lombardia alla ‘ndrina Rodà-Casile.

Tra i beni sequestrati nella seconda operazione anche una società di videolottery e una partecipazione in una società attiva nel settore delle scommesse di Lavagna (GE).

In merito sono arrivati i complimenti del ministro dell’Interno, Matteo Salvini: «Grazie alla divisione Anticrimine della questura di Milano. Sono orgoglioso delle nostre forze dell’ordine, che ogni giorno sono indispensabili per ripulire l’Italia dai criminali».