Sedici anni di reclusione in totale, quattro anni a testa, per altrettanti imputati ritenuti legati al clan Mauro dei Miracoli, zona del Rione Sanità. E’ quanto emerso nel processo di primo grado celebrato con rito abbreviato per il tentativo di estorsione al titolare di un’agenzia di scommesse. Agli imputati sono state riconosciute le attenuanti generiche.