Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Continuano i controlli della polizia municipale di Napoli per il rispetto della normativa che regolarizza l’attività delle sale giochi e centri scommesse.

Durante l’attività di controllo nella zona di “Chiaia” e “San Lorenzo” sono stati verbalizzati 3 titolari perché non ottemperavano all’obbligo di chiusura sancito dalla delibera che vieta l’apertura delle sale scommesse e da gioco dalle ore 12 alle ore 18. Per un’attività, siccome veniva verbalizzato una seconda volta, seguirà la segnalazione agli uffici competenti per far attuare i provvedimenti consequenziali.

Inoltre due titolari sono stati sanzionati perché non in possesso dell’autorizzazione comunale per condurre l’attività di sala scommessa in quanto esibendo Scia aggirano le prescrizione del regolamento che impone le distanze minime da luoghi di culto, scuole, bancomat per l’apertura dell’attività. Difatti non comunicando l’apertura dell’attività il Comune, che non viene informato, non può attivare i controlli in merito da parte degli organi competenti. Pertanto è da evidenziare che le attività in questione non sono in regime di Scia ma devono ottenere l’autorizzazione così come previsto dal Regolamento attraverso l’invio del modello “Domanda per il rilascio di nulla osta all’esercizio dell’attività” previsto dalla piattaforma Suap.

L’operazione continuerà nei prossimi giorni.

Giocate abusive, sequestrato centro scommesse a Vibo Valentia

A Catania controlli a tappeto in bar, chioschi, bingo e sale giochi: sanzioni e denunce

Commenta su Facebook