Nell’ambito dell’attività di contrasto e recupero di fenomeni di ludopatia, militari del Comando Stazione Carabinieri di Trapani hanno effettuato un controllo amministrativo presso un’attività di raccolta scommesse esercitata da un cittadino cinese, legale rappresentante della società, constatando la presenza all’interno dell’esercizio di numerosi minorenni.

Atteso che la normativa di settore prevede il divieto di ingresso ai minori degli anni 18 nei locali in cui si esercita l’attività di scommesse, il Questore di Trapani, sulla scorta dell’attività di controllo cristallizzata dall’Arma dei Carabinieri, ha disposto la sospensione della licenza di p.s., necessaria per lo svolgimento della raccolta scommesse per 15 giorni, a tutela dei minori ed avendo il titolare abusato del titolo di polizia a lui concesso. Il provvedimento è stato notificato all’interessato dal personale dipendente della Squadra Amministrativa della Questura di Trapani.