Sanzionata nei giorni scorsi ad Albino (BG) un’attività per aver consentito ad un minorenne di poter accedere alla sala slot.

La segnalazione è partita della mamma del 15enne che ha denunciato il fatto alle forze dell’ordine. Gli agenti della Polizia Locale di Albino hanno così provveduto a verificare le immagini registrate delle telecamere di videosorveglianza. Dalle indagini è emerso il mancato controllo dei documenti del giovane da parte dei responsabili, sanzionati per 6.667 euro.

L’episodio risale a circa un mese fa ma è stato reso noto solo nelle scorse ore da Davide Zanga, assessore al Bilancio e Commercio del Comune bergamasco: «Oggi è stata comminata una sanzione di 6.667,00 € dai Monopoli di Stato ad un’attività che esercita il gioco con vincite in denaro presente in Albino perchè permetteva ad un minorenne (di 15 anni) di giocare con le videopoker. Bene ha fatto la mamma del ragazzino a chiedere l’intervento della Polizia Locale che grazie all’indagine condotta ha sanzionato il gestore per un fatto moralmente discutibile».