Il Comune di Milano ha lanciato ieri due bandi, uno per dare in locazione due ex caselli daziari in piazza Principessa Clotilde e l’altro per vendere la piena proprietà o assegnare il diritto di superficie di cinque immobili di proprietà demaniali. Per quanto riguarda gli ex caselli daziari il Comune li concederà solo a uso uffici o espositivo commerciale, sono escluse l’attività di ristorazione, phone center, money transfer, sexy shop, sala giochi, centro massaggi, agenzia di raccolta scommesse, intermediazione immobiliare e commerciale, supermercato e «qualsiasi altra attività che per le modalità o per le tipologie poste di beni posti in vendita non sia conforme rispetto al pregio dell’ambito monumentale».