“Nel periodo gennaio-settembre 2020, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 303.498 milioni di euro, segnando una riduzione di 21.327 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-6,6%). Le entrate totali relative ai giochi (che includono varie imposte classificate come entrate erariali sia dirette che indirette) sono risultate pari a 7.490 milioni di euro (-4.043 milioni di euro, pari a –35,1%) e hanno naturalmente risentito della sospensione dei giochi a partire dalla fine dei concorsi del 21 marzo 2020; considerando solo le imposte indirette, il gettito delle attività da gioco (lotto, lotterie e delle altre attività di gioco) è di 7.119 milioni di euro (-4.031 milioni di euro, pari a –36,2%)”. E’ quanto riporta il bollettino delle entrate tributarie 2020 del Mef, riferito al periodo gennaio-settembre.

Advertisement

Nel dettaglio, per quanto riguarda i proventi del Lotto (al lordo delle vincite) c’è stato un calo da 5.7 miliardi (2019) a 4.1 miliardi (-27,5%) nel 2020; sui proventi delle attività di gioco si è passati da 216 (2019) milioni di euro a 168 milioni di euro (-22,2%); per gli apparecchi e congegni di gioco (DL n.269/2003 art.39,c.13) si è passati da 4,9 miliardi (2019) a 2,5 miliardi nel 2020 (-49%).