Il direttore di un torneo di tennis greco è stato sospeso dallo sport per 20 mesi dalla Tennis Integrity Unit (TIU) per violazioni multiple del regolamento delle scommesse.

L’uomo ha ammesso di aver scommesso sul tennis, con un’indagine della TIU che ha scoperto come questi avesse una serie di conti di scommesse online attraverso i quali ha effettuato 127 scommesse sul tennis tra il 2013 e il 2016.

L’indagine della TIU ha anche scoperto che l’uomo non ha segnalato all’organizzazione la conoscenza di sospetti o corruzione da parte di terzi.

In quanto tale, la TIU ha stabilito che il direttore del torneo per gli eventi dell’International Tennis Federation (ITF) tenutosi in Grecia, ha violato due sezioni del Tennis Anti-Corruption Program (TACP). Per lui anche una multa di $ 6.000. Quattro mesi di sospensione, nonché metà dell’ammenda, saranno sospesi a condizione che non vengano commesse ulteriori violazioni.

All’uomo sarà vietato officiare o partecipare a qualsiasi evento di tennis autorizzato dagli organi di governo del tennis durante il suo periodo di sospensione. La sentenza arriva dopo che il TIU la scorsa settimana ha dichiarato che gli operatori hanno segnalato attività di scommesse sospette intorno alle 24 partite tra aprile e giugno, mentre la maggior parte delle principali competizioni sono state sospese a causa della nuova pandemia di coronavirus (Covid-19).

Inoltre, è stato anche presentato un avviso retroattivo per una partita della serie WTA125k della World Tennis Association 2019.

La TIU ha osservato che il numero di avvisi di scommesse sospette, in un momento in cui la maggior parte degli eventi è stata sospesa, ha dimostrato che le partite truccate rimangono un problema serio nello sport.