Il mondo del tennis è stato scosso nelle ultime ore da una nuova inchiesta. Il canale tedesco “ZDF Sports” ed il quotidiano “Welt”, stamane hanno parlato di questo nuovo filone d’inchiesta che coinvolgerebbe, condizionale d’obbligo, oltre 130 tennisti del seeding.

Ancora non vi sono conferme ufficiali su quanto accaduto, ma iniziano a trapelare alcuni dettagli relativi alle indagini in corso. Sembra che trai tennisti coinvolti ci sia anche un top 30.

Presente in trasmissione anche la tennista Andrea Petkovic, la quale ha sollevato un problema presente nel tour ormai da diversi anni: “alcuni tennisti non di primissima fascia e di Nazioni ‘tennisticamente secondarie’ hanno difficoltà a sostenersi e viaggiare. La loro attività e sopravvivenza sul tour dipende dalla loro capacità di far soldi, tanto da diventare facili prede”.

“Questa mafia è molto strutturata, ha personaggi che sono responsabili della gestione del betting a livello globale, altri che si occupano del gestire i guadagni e lavare i soldi ricavati investendoli in attività varie in tutto il mondo, altri che agiscono direttamente nei tornei entrando in contatto con i giocatori e corrompendoli” ha dichiarato invece Eric Bisschop, vice procuratore generale del Belgio e investigatore coinvolto nell’indagine.