Si è tenuto oggi a Roma presso la sede dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli, un incontro sul tema della contraffazione a cui hanno partecipato il Direttore Generale dell’Agenzia, Marcello Minenna e il Procuratore Aggiunto di Milano, Eugenio Fusco. L’incontro ha preso spunto da una recente operazione di controllo a Segrate durante la quale sono sati sequestrati 4 motocicli elettrici di origine e provenienza cinese che imitavano il design della Vespa tradizionale, per la cui tutela la società Piaggio Spa ha presentato istanza di tutela.

I dati riferiscono che nel 2021 sono stati sequestrati circa 36.000 pezzi contraffatti di autoveicoli, ciclomotori e le loro parti accessorie, registrando un incremento rispetto all’anno precedente di circa il 300%. L’occasione ha consentito anche di fornire un report sulle categorie merceologiche che subiscono maggiore contraffazione. Nel 2021 ADM ha sequestrato circa 6,3 milioni di pezzi contraffatti con un incremento del 77% rispetto all’anno 2019 (anno pre-pandemia). La tipologia di prodotti maggiormente contraffatta riguarda il settore dell’abbigliamento e accessori con una percentuale sul totale di circa il 13% a cui segue il settore delle calzature e loro parti (circa il 5% sul totale) e infine il settore dei giocattoli e degli articoli sportivi (circa 1,5%). Queste tipologie di prodotto rappresentano quindi circa il 20% dei prodotti contraffatti nell’anno.

Nel corso della conferenza è stato sottolineato come la contraffazione rappresenti un grave pericolo per le imprese, i consumatori e l’economia del nostro Paese in quanto reca allarme sociale, ledendo contemporaneamente la fede pubblica, l’ordine economico, la salute e la sicurezza dei consumatori. “L’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli – ha detto il Direttore Generale di ADM, Marcello Minenna – è costantemente impegnata nella lotta alla contraffazione attraverso l’attività di vigilanza, controllo e contrasto alle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale e industriale, esercitando anche una funzione di tutela del made in Italy attraverso il continuo monitoraggio dei traffici illeciti spesso in mano alla criminalità organizzata”.

Per il Procuratore aggiunto di Milano, Eugenio Fusco: “Il contrasto alla contraffazione assicura una doppia tutela: del marchio e della sicurezza del cittadino. Questo tema va valutato in tutta la sua importanza poiché la tutela dei beni giuridici è un aspetto fondamentale della società civile”.

Articolo precedenteGeymonat (Sisal): “E’ sempre il fattore umano a tenere agganciate tecnologia e innovazione”
Articolo successivoSnaitech, con iZilove Foundation, sostiene i giochi nazionali estivi di Special Olympics Italia