Nel 2019 i lombardi hanno giocato 11 milioni di euro in meno rispetto all’anno precedente.

E’ il dato che emerge dall’ultima rilevazione dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli sul volume della spesa degli italiani per il gioco su rete ‘fisica’.

Complessivamente sono stati spesi 3.286 milioni di euro, contro i 3.314 milioni del 2018. L’erario ha incassato, dalle giocate nell’area lombarda, 1.839 milioni di euro, contro i 2.035 milioni del 2018.

Per spesa si intende il risultato delle giocate meno le vincite conseguite.