tribunale

I giudici della Seconda Sezione Penale del Tribunale di Lecce (Presidente Pasquale Sansonetti) hanno dissequestrato tutti i beni, una cinquantina tra appartamenti e terreni, riconducibili ai fratelli Pasquale e Saverio De Lorenzis. Il provvedimento è arrivato sulla scorta della perizia provvisoria e d’urgenza, disposta dal Collegio e redatta dal professore Incollingo nel termine assegnatogli di 10 giorni.

Per gli ulteriori beni, comprese le società, il Tribunale resta in attesa della ulteriore perizia, sempre dello stesso professore, per la cui redazione sono stati concessi 90 giorni e della relazione dell’amministratore giudiziario, sempre nominato dal Tribunale.

I fratelli De Lorenzis, felici per l’odierno provvedimento, attendono fiduciosi gli ulteriori sviluppi processuali. Pasquale e Saverio De Lorenzis sono difesi dagli avvocati Gabriella Mastrolia, Francesco Paolo Sisto e Francesco Fasano. Il dissequestro è stato possibile anche sulla scorta delle consulenze di parte redatte dai dottori commercialisti Giuseppe Cairo e Massimo Bellantone.

Lo sfogo di De Lorenzis dopo l’ultimo sequestro: “accanimento, si sta distruggendo un’azienda sana”
Commenta su Facebook