Nelle prossime ore, una delegazione di ACMI – Associazione produttori di apparecchi da intrattenimento aderente a Sistema Gioco Italia CONFINDUSTRIA – sarà ricevuta presso l’Ufficio ADI dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Nel corso dell’incontro, al quale parteciperà anche il Presidente Gennaro Parlati, saranno esposte le istanze degli associati che hanno espresso grande preoccupazione in merito all’impatto che le nuove regole tecniche relative al funzionamento degli apparecchi, introdotte dalla recente modifica della Legge Regione Lazio nr.5/2013, avranno sul territorio laziale a partire dal prossimo gennaio 2023. Il confronto sarà inoltre occasione per avanzare alcune proposte di modifica della legge stessa.

Da una approfondita analisi svolta dall’Associazione ACMI infatti, l’introduzione delle nuove regole tecniche, in alcuni casi inapplicabili, risulterebbe devastante, sia per gli aspetti riguardanti la tutela del consumatore sia in termini di sostenibilità economica e occupazionale del settore, mettendo quindi a rischio numerosi posti di lavoro nella Regione Lazio.

Articolo precedenteLegge gioco d’azzardo nel Lazio, ACMI incontra ADM: “Senza correttivi avrà effetti devastanti sui consumatori e metterà a rischio numerosi posti di lavoro”
Articolo successivoESG: Lottomatica ottiene la certificazione ambientale ISO 14001