Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Nella provincia della Spezia e’ presente una locale di ‘ndrangheta con radici a Sarzana a cui partecipano almeno 49 affiliati che porta avanti attivita’ criminali, ma da tempo si e’ radicato nell’economia legale in diversi settori, dal gioco d’azzardo, all’edilizia, ai trasporti, alla floricultura. Negli ultimi sette anni sono stati sequestrati piu’ di 30 milioni di beni in immobili, aziende, veicoli alla criminalita’ organizzata attraverso le misure di prevenzione”.

Sono dati elencati da Marco Antonelli, referente Libera La Spezia, durante un incontro organizzato alla biblioteca Spazio 32 della Fondazione Carispezia sulla presenza delle mafie sul territorio spezzino.

Sul settore del gioco d’azzardo e’ stata aperta un’ampia parentesi. “Un’ampia fetta e’ in mano a soggetti legati a malavita. Il provvedimento di proroga di un anno all’entrata in vigore della legge regionale sul gioco d’azzardo della Regione per la nostra associazione e’ un segnale diseducativo. Ci siamo espressi in modo contrario non per criminalizzare chi opera in quel mondo ma per il segnale diseducativo per la cittadinanza”.

Commenta su Facebook