soldi
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Il difensore della Juventus e della Nazionale italiana, Giorgio Chiellini, ha suggerito che l’uscita della sua squadra dalla Champions League sia frutto di un caso di match-fixing. L’arbitro Michael Oliver ha assegnato al Real un calcio di rigore a pochi secondi dalla fine dopo un atterramento in area di Benatia ai danni di Lucas Vazquez.

La decisione ha scatenato la rabbia dei giocatori della Juve, autori di un’autentica impresa fino a quel momento, dato che stavano vincendo per 3-0 al Bernabeu meritandosi i tempi supplementari dopo la disfatta dell’andata allo Stadium.

Nella bolgia è rimasto coinvolto Buffon, espulso. Mentre il veterano difensore Chiellini ha mimato il gesto dei soldi agli avversari, ipotizzando che l’arbitro fosse stato pagato, uno sfogo frutto del momento di altissima tensione. Al termine del match Chiellini ha proseguito con le sue proteste, sostenendo che si continui da tempo a favorire la squadra di Zidane.

“Non dovrebbe sorprendere, il Bayern Monaco ha subito lo stesso trattamento l’anno scorso e questo è stato il turno della Juve, il prossimo anno toccherà a qualcun altro. È ovvio che il Real Madrid beneficia sempre in Champions League e le decisioni arbitrali non vanno mai nella direzione opposta”.

Commenta su Facebook