Il Prefetto Annapaola Porzio, Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative Antiracket e Antiusura, nella mattinata di venerdì 25 ottobre, alle ore 11:00, a margine del convegno su “Fisco e Legalità” organizzato dall’Istituto di istruzione superiore “Erodoto di Thuri” di Cassano All’Ionio, di concerto con il Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria, incontrerà, insieme al Prefetto di Cosenza, Paola Galeone e al Commissario Straordinario dell’ente locale, Mario Muccio, i presidenti dell’Associazione Antiracket “Lucio Ferrami” di Cosenza e delle Fondazioni “Don Carlo De Cardona” di Rende e “San Matteo Apostolo” di Cassano All’Ionio, presenti e operanti in provincia di Cosenza, per fare il punto della situazione riguardante l’attività svolta sul territorio.

Advertisement

Si legge in una nota della Prefettura: “Tali incresciosi e preoccupanti fenomeni, sia per la crisi economica che sta attraversando il Paese, sia per altre cause dovute anche all’indebitamento da gioco d’azzardo, determinano grave nocumento alla collettività, condizionandone soprattutto lo sviluppo economico e sociale. Il Prefetto Porzio, svolge attività di coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura sul territorio nazionale ai sensi della legge 23 febbraio 1999, n. 44 art. 19, e presiede il Comitato di solidarietà per le vittime dell’estorsione e dell’usura, incardinato presso il Ministero dell’Interno, con il compito di esaminare e deliberare sulle istanze di accesso al Fondo di solidarietà. Chi ha subito danni, alla persona o alla propria impresa, a causa del racket o dell’usura può ricevere, a titolo di risarcimento, un contributo del Fondo di solidarietà. In ogni Prefettura, pertanto, è presente un referente che può fornire informazioni e sostegno per presentare la richiesta dei benefici economici o visionare la relativa pagina presente sul sito www.interno.it“.