tribunale
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Sono accusati di associazione a delinquere finalizzata alle scommesse clandestine e gioco d’azzardo i 31 imputati dell’inchiesta “Totem”, eseguita quattro anni fa dalla guardia di Finanza di Agrigento.

Nell’operazione sarebbe emersa la distribuzione a gestori di esercizi pubblici di macchinette del tipo Totem collegate a siti internet privi di concessione. Per il pubblico ministero gli imputati vanno tutti condannati. La prescrizione ha cancellato solo in minima parte, secondo il magistrato della procura, le accuse.

Ieri, fra la mattina e il pomeriggio, davanti al collegio di giudici della seconda sezione penale, il pm ha concluso la requisitoria. La pena più alta è stata chiesta per il promotore dell’organizzazione (6 anni di reclusione). Per le altre persone coinvolte, sono state richieste pene minori.

L’operazione Totem scattò il 13 marzo del 2013 e portò, all’epoca del blitz, a 9 misure cautelari (sette provvedimenti di obbligo di dimora e due di obbligo di firma).

Commenta su Facebook