I Carabinieri del Nas di Livorno, nell’ambito dei controlli disposti dal Comando Carabinieri per la tutela della salute di Roma in merito alla corretta attuazione delle disposizioni normative in materia di certificazione verde COVID-19, cosiddetto “green pass”, la sera del 2 settembre hanno controllato una sala giochi di Massa, identificando i presenti e riscontrando che il titolare della sala aveva consentito l’accesso e la permanenza nel locale di due avventori non in possesso della certificazione verde. Sono stati tutti contravvenzionati, sia il gestore che i due clienti. L’importo per ciascuna sanzione è di 400 euro, come previsto dalla norma che non fa distinzione fra avventori e titolare dell’esercizio.

La stessa sanzione è stata contestata al gestore di una sala slot di Firenze, in via Pratese. Il gestore del locale è stato multato dalla polizia, è scattata una sanzione da 400 euro per violazione delle norme anti-Covid. La stessa multa è stata elevata al cliente, un 54enne, sprovvisto di certificato verde. La verifica della polizia è stata eseguita nell’ambito di controlli specifici disposti dal questore di Firenze Filippo Santarelli.