Condanna in secondo grado per quattro esponenti dei Casalesi ritenuti autori di imposizione di slot machine nel modenese. Nel dettaglio le condanne sono di: 9 anni e 2 mesi, 8 anni e 2 mesi in continuazione con un’altra sentenza, 8 anni e 8 mesi sempre in continuazione con un’altra sentenza, per il quarto soggetto è stata infine confermata la condanna rimediata in primo grado. La sentenza è stata pronunciata ieri dalla Quarta Sezione della Corte di Appello di Napoli.