Il tennista svizzero Johan Nikles si è fatto conoscere nell’ultimo periodo per aver denunciato le continue minacce ricevute dagli scommettitori sui social network. In un’intervista al quotidiano “La Nación” , l’attuale numero 666 del ranking ATP ha parlato delle difficoltà che i giocatori sono costretti ad affrontare durante i tornei ITF.

“I paesi in cui si producono più scandali sono la Spagna, il Portogallo e l’Italia. L’anno scorso, durante un torneo a Santa Margherita di Pula, in Italia, una donna sugli spalti avvisava qualcuno al telefono dopo ogni punto, indicando quale giocatore avesse fatto il punto. Fanno delle cose pazzesche, ingegnose, si organizzano bene” ha detto.

“In Italia, lo scorso anno, ho vinto in un match di doppio il primo set 6-0, ma non per meriti della mia squadra. Era molto chiaro che gli avversari stessero buttando il set per qualche scommessa” ha aggiunto Nikles.