Grande appuntamento oggi in Sogei, in occasione dell’attesa Lectio Magistralis del Professor Andrea Prencipe, Rettore dell’Università LUISS “Guido Carli” sul tema “Il futuro dell’innovazione, sfide e valori”.

Un’occasione rilevante, perché ha evidenziato l’importanza dell’incontro tra mondo della PA e cultura d’impresa, un asse strategico su cui il Paese deve poter contare per assicurare crescita civile e sviluppo economico.

La semplificazione amministrativa degli adempimenti, la digitalizzazione delle procedure semplificate, la razionalizzazione dei costi e dei processi amministrativi, devono infatti rappresentare componenti convergenti di un ampio processo di rinnovamento del Paese.

Introdotto dagli interventi del vertice di Sogei, il Presidente Biagio Mazzotta e l’Amministratore Delegato Andrea Quacivi, il Rettore della LUISS Prencipe ha parlato ad una platea gremita di dirigenti e vertici manageriali dell’Azienda.

Con un focus preciso: i fattori organizzativi che frenano o abilitano l’innovazione, descritti attraverso una serie di esempi di successo e di insuccesso, per comprendere la dinamica dei processi innovativi e le implicazioni organizzative e di policy.

Per gestire l’innovazione, è il motivo ispiratore della Lectio Magistralis, sono necessarie nuove lenti, nuovi occhi non per pensare fuori dagli schemi, ma al contrario per ripensare i modelli.

“Innovarsi per innovare è uno dei nostri principi ispiratori – ha sottolineato l’AD di Sogei, Andrea Quacivi, nell’intervento introduttivo – La costante evoluzione della struttura organizzativa e dei processi su cui fondiamo la nostra azione, contribuisce alla realizzazione di quella nuova PA digitale per la quale stiamo lavorando da tempo, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze di modernizzazione e digitalizzazione dei servizi offerti ai nostri clienti, in un articolato percorso di trasformazione digitale reattivo, flessibile e sostenibile”.

“L’innovazione non è soltanto un problema tecnologico o gestionale – ha evidenziato il Rettore della LUISS Andrea Prencipe – Al contrario riguarda anche cambiamenti di mercato e culturali, influenzando la vita privata e sociale. Se le invenzioni sono generate e si esauriscono nello spazio delle nuove idee, le innovazioni richiedono invece competenze e abilità tecniche, organizzative e di mercato. L’innovazione quindi è novità e trasformazione che generano valore economico, sociale, organizzativo, professionale in un contesto di attenzione e propensione al cambiamento”.

Commenta su Facebook