L’attaccante svedese Zlatan Ibrahimovic rischiava una squalifica fino a 3 anni da parte della Uefa per il rapporto che una delle sue aziende aveva con un sito di scommesse. Secondo quanto riportato da Mundo Deportivo in Spagna e da RMC Sport in Francia il rapporto di collaborazione fra le parti è stato interrotto dall’attuale attaccante del Milan che, così facendo, si è messo al riparo da qualsiasi sanzione da parte degli organi di controllo della federcalcio europea.