La ricerca sul comportamento nel gioco d’azzardo sarà inserita nell’ambito delle sessioni chiave della conferenza annuale dell’International Association of Gaming Regulatory (IAGR), che si terrà in Giamaica dal 30 settembre al 3 ottobre.

IAGR2019 è l’evento annuale chiave per i regolatori del gioco, i consulenti e le parti interessate del settore. Leader della regolamentazione, accademici ed esperti del settore partecipano a sessioni chiave, presentazioni e discussioni del panel durante il programma di quattro giorni della conferenza.

Aisling Ni Chonaire del Behavioral Insights Team (BIT) e Jack Wilson di 2CV Research parteciperanno all’evento per condividere ricerche aggiornate sul ruolo dei pregiudizi comportamentali nel gioco d’azzardo online, oltre a ciò che motiva le persone a giocare.

Aisling guida la ricerca del BIT sul comportamento di gioco d’azzardo, fornendo consulenza alle autorità di regolamentazione, ai dipartimenti governativi e alle organizzazioni non governative sulla progettazione di politiche basate sull’evidenza. La sua sessione riassumerà il lavoro svolto da BIT fino a oggi e condividerà raccomandazioni per autorità di regolamentazione, governi e professionisti.

“I pregiudizi comportamentali incidono quotidianamente sulla nostra vita, dalle nostre scelte alimentari alle nostre abitudini di risparmio (o alla loro mancanza)”, ha detto Aisling. “Le nostre e-vite non fanno eccezione con questi pregiudizi che si manifestano in rapida evoluzione negli ambienti online. Di conseguenza, stiamo agendo in modo più impulsivo, prendendo più scorciatoie e spendendo meno tempo a riflettere sulle nostre decisioni online”.

Aisling ha aggiunto: “Mentre il gioco d’azzardo online è cresciuto in modo esponenziale negli ultimi dieci anni, lo stesso non si può dire della base di prove che delinea ciò che funziona per proteggere i giocatori d’azzardo online.

“Negli ultimi due anni, BIT ha costruito questa base di prove. Come esperti di scienze sperimentali e comportamentali, il BIT ha identificato le pratiche rischiose che compaiono sulle piattaforme online, ha mappato i pregiudizi comportamentali a cui le persone sono esposte e ha condotto esperimenti con gli operatori per aumentare il gioco più sicuro”.

Jack Wilson è responsabile Digital presso 2CV Research, lavorando ampiamente nel settore dei giochi, sia per i clienti commerciali che nell’ambito normativo. Attualmente sta conducendo un progetto di ricerca qualitativa triennale per conto del regolatore del gioco d’azzardo britannico.

“Cosa motiva le persone a giocare d’azzardo e come si inserisce il gioco d’azzardo nella vita quotidiana della persona media? Questa è la domanda chiave a cui ci proponiamo di rispondere a nome della Commissione per il gioco d’azzardo nel Regno Unito”, ha affermato Jack.

“Negli ultimi mesi abbiamo condotto un vasto programma di ricerca qualitativa e digitale con oltre 100 persone in tutto il Regno Unito, esplorando ciò che motiva le persone a giocare d’azzardo e il ruolo che svolgono nella loro vita”, ha aggiunto Jack.

“Sappiamo che chiedere alle persone ‘perché giocano’ non è mai semplice. Una parte fondamentale della nostra ricerca ha riguardato l’uso di strumenti di ricerca digitale per catturare motivazioni e fattori scatenanti per il gioco d’azzardo”.

Jack e Aisling si uniscono alla straordinaria gamma di diffusori e al programma per IAGR2019. Poiché gli spazi sono limitati per la conferenza di quest’anno, non lasciare che sia troppo tardi per prenotare il tuo posto.

Commenta su Facebook